Progetto speciale a cura dell’Ass.ne Core de Villani, ideato da Anna Cinzia Villani, con la partecipazione di Anna Cinzia Villani e Carla Maniglio

La notte a cavallo tra il 23 e il 24 giugno e’ considerata sin dai tempi piu’ antichi foriera di presagi fortunati e utile a propiziare la buona sorte per se stessi e per i propri cari, il bestiame, le piante e il raccolto.

Essa è infatti la piu’ corta e potente dell’anno perche’ secondo antiche credenze il sole si sposa con la luna e le erbe curative raccolte in questa notte, hanno più potere, come anche la rugiada e i fiori.

Un tempo questa notte coincideva col solstizio d’estate, che per il calendario moderno cade invece il 21 giugno. In tutte le tradizioni indoeuropee, esistono riti contadini e di vario genere che hanno più possibilità di riuscire se effettuati nella notte di San Giovanni.

Anna Cinzia Villani e Carla Maniglio tracciano un percorso lungo i rituali e le superstizioni popolari legate alle ore di questa particolare notte, ovviamente intervallando il tutto con canti e suoni e filastrocche della tradizione salentina.