Core de Villani

L’ Associazione “Core de Villani” nasce a Zollino nel gennaio 2007, con l’intento di tutelare e diffondere il patrimonio culturale del Salento attraverso percorsi non consueti, ideati per mettere in risalto gli aspetti meno noti ed essenziali di una terra che, sotto il divertimento estivo del mare e dei mega-eventi, nasconde uno strato sotterraneo denso di saperi, aneddoti, modi di dire e fare, ricette,  cantori e suonatori tradizionali attivi, segreti artigianali che continuano a essere tramandati.

L’Associazione ha organizzato e intrapreso varie collaborazioni nell’attuazione di corsi didattici e iniziative che danno importanza a questi tratti caratteristici e che si svelano solo agli sguardi attenti e veramente interessati. In particolare, si citano i laboratori didattici sul canto contadino salentino e sulla danza della pizzica pizzica, fondati sul lavoro della presidente Anna Cinzia Villani, basato sulla ricerca sul campo e sulla acquisizione dei repertori vocali, strumentali e del ballo tradizionale direttamente dalle fonti.

Oltre a questo c’è anche la parte creativa, sperimentale: il lavoro in ambito teatrale, il confronto con svariati artisti e danze e del musiche del mondo, la scrittura di nuovi brani, l’idea di costruire qualcosa a partire dai riti e dalle conoscenze provenienti sia dal tempo lontano che dal presente. Il laboratorio didattico è una situazione non solo finalizzata all’apprendimento di melodie e passi di danza, ma anche l’incontro tra le persone partecipanti che si confrontano con l’espressione corporea e vocale da cui attualmente sono stimolati, e con una danza e un modo di cantare che parlano del passato, e talvolta il tutto culmina in sviluppi più elaborati a livello creativo (soprattutto nei laboratori di canto). In diverse occasioni l’Ass.ne Core de Villani durante i laboratori didattici ha offerto la possibilità del confronto diretto con le fonti, vale a dire con ballatori e cantori contadini, proprio per indurre i partecipanti a crearsi degli interrogativi su come le emozioni e le storie vissute si intessono con la tradizione.

Gli eventi più importanti di questo genere sono:
-IL PAESAGGIO SONORO DEL SALENTO in collaborazione con a dott.ssa Marta Porcino (2008);
-LA PARTECIPAZIONE ALLA FIERA DI SAN GIOVANNI DI ZOLLINO CON “SUONI E SAPORI” (2008);
-L’ALLESTIMENTO DI LABORATORI DIDATTICI E CREATIVI PER “LA TARANTA NELLA RETE” INSIEME A VINCENZO SANTORO E FRANCA TARANTINO (2010-2011);
-LA COLLABORAZIONE CON SPAZIO SOMNIA (CALIMERA) IN “MONOGRAFIE” (2010-2012);
-LA PRODUZIONE DEL CD “FIMMANA, MARE E FOCU” DI ANNA CINZIA VILLANI (2012)
-LA PARTECIPAZIONE A MOVIMENTI AMBIENTALISTI PER IL SALENTO;
-L’ALLESTIMENTO DI UNA “RIPROPOSTA RITUALE SUL TEMA DELLA PASQUA” SVOLTASI NELL’AMBITO DEL FESTIVAL “CANTI DI PASSIONE” CON LA COLLABORAZIONE DELLA FONDAZIONE “LA NOTTE DELLA TARANTA” (2014);
-L’ORGANIZZAZIONE DI DUE INCONTRI CULTURALI SUI CANTI PARALITURGICI E DI QUESTUA LEGATI ALLE FESTIVITA’ PASQUALI, PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE DI ZOLLINO, PER IL PROGETTO REGIONALE “I PASSIUNA” VOLTO A VALORIZZARE LE MINORANZE LINGUISTICHE, E LA CURA DEL SITO “I PASSIUNA” CON LA COLLABORAZIONE DI CARLO TRONO (2014);